Archivi tag: news

“Niùs”!

27 novembre. Cucina molecolare, nuova frontiera della gastronomia (Tiggìuno, edizione delle 13.30).

28 novembre. I saldi a Long Island (N.Y.). (Tiggìdue, edizione delle 13.00).

29 novembre. Le fasi salienti del campionato italiano di yo yo a Casalecchio di Reno (Tiggìuno, edizione delle 20.00).

30 novembre. Il numero di milioni di italiani che trascorreranno il Natale in viaggio (Tiggìdue, edizione delle 13.00). Sarto inglese fa tessere gli abiti alle Mauritius e li vende con l’etichetta made in England (*). (Tiggìuno, edizione delle 13.30). “Lancio” della fiction su Papa Paolo VI (Tiggìuno, edizione delle 20.00).

1 dicembre. Tornano di moda i guanti nelle collezioni degli stilisti (Tiggìuno, edizione delle 20.30).  Cinquemilioni e 260.000 ascoltatori per la fiction su Papa Paolo VI. (Tiggìuno, edizione delle 20.30).

4 dicembre. La moda del presepe con i personaggi dell’ attualità (Tiggìuno, edizione delle 20.00). Il nuovo Nokia n-97, farà concorrenza all’I-Phone (Tiggìuno, consigli per gli acquisti, edizione delle 20.00). L’italiano medio tra i 18 e 70 anni, pigro, grasso ed inguaribilmente ottimista [oltre che un pochino telerimbecillito  (N.d.G., Nota del Garo), Tiggìdue edizione delle 20 30].  I troll stanno tornando di moda in Irlanda. Nasuti, irsuti e forzuti vivono dentro le rocce, assieme a gnomi, folletti, coboldi, elfi, nanetti, goblin e leprecauni (!). (Tiggìdue edizione delle 20.30).

E ancora. Il mouse del PC compie 40 anni; corsa all’abete; l’ippopotamo pigmeo dello zoo di Londra; i personaggi famosi e i loro cani; il libro dei VIP fotografati quando meno se lo aspettano (?). (Tiggìuno e due del 9 dicembre).

(*) Solo uno degli innumerevoli scoop del sagace corrispondente londinese dalla folta criniera.

Il Garolfo medita, sollevato, sul fatto che queste non siano le uniche veline fornite dalla tivvù dello Stato. Se la temperatura non è stabile  sui 25 gradi l’estate, 10 l’iverno, e in cielo non splende un sole come una polenta, c’è sempre la possibilità di dar notizia di qualche meteoeventoEmergenza caldo, freddo, umidità, neve, uragano, aurora boreale, acquaaltaavenezia. Se Olindo strizza l’occhio a Rosa, si apre il dibattito giornalistico sull’atroce dubbio che si sia trattato di un tic da stress,  di un ammiccamento erotico o, ancora, di un estremo, quanto maldestro tentativo di inquinamento delle prove. Se, poi, le notizie scarseggiano perdavvero, giunge in soccorso la spassosa “Nota Politica”, buona per tutte le condizioni climatiche (e tutti i colori dell’emiciclo parlamentare). Il Nostro, incuriosito, sfoglia il Devoto, alla ricerca della definizione di “servizio pubblico”. Legge  scosso, pensando che che vi sia il serio rischio che alla richiesta di un informazione ad vigile urbano per strada, questi estragga  un bel violino dal suo tascapane e strimpelli qualche soave aria. Che l’Ufficiale d’Anagrafe, in luogo di un anonimo certificato di residenza, prepari e serva al banco un dissetante mojito. Che il medico di famiglia, in luogo della ricetta per lo sciroppo, doni un grattaevinci con il quale potersi aggiudicare fino a dieci lastre o venti pigiamini di gesso. Con l’invito a ritentare, perché la prossima volta è sempre quella più fortunata.

Richiudendo il librone polveroso, il Garolfo richiama alla mente, non senza nostalgia,  l’infantile  e sinistra  inquietudine provata nell’udire la celeberrima Sigla di Inizio Programmi alle cinque in punto.  Nulla di paragonabile ai brividi che percorrono incontenibili la schiena durante la visione di un italico, pubblico, ingiacchettato mezzobusto.

P.S. Il Tiggìtre non è stato preso in considerazione in quanto in onda in orari incompatibili con i bioritmi quotidiani del Garolfo.


Annunci